La tessera di riconoscimento per i lavoratori edili

Cosa bisogna sapere sulla tessera di riconoscimento per i lavoratori edili

lavoratori edili

I lavoratori dei cantieri edili sono obbligati, così come previsto dall’art.36 bis del D.L. n.223/2006 (convertito nella Legge n. 248/2006), a esporre un’apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia e contenente le generalità del lavoratore e l’indicazione del datore di lavoro. E’ compito del datore di lavoro munire i lavoratori del tesserino.
I lavoratori autonomi, che esercitano la loro attività nei cantieri, sono obbligati a munirsi di tessera per conto proprio. Nel caso in cui nel cantiere siano presenti contemporaneamente più datori di lavoro o lavoratori autonomi, è compito del committente dell’opera provvedere all’approvvigionamento delle tessere.

Con la Nuova Normativa Antimafia (Legge n.136/2010) è stato stabilito che sulla tessera occorre specificare anche “la data di assunzione e, in caso di subappalto, la relativa autorizzazione” mentre, nel caso di lavoratori autonomi “deve contenere anche l’indicazione del committente”.

Contenuto della tessera di riconoscimento

All’interno della tessera di riconoscimento occorre indicare:

  • per il lavoratore dipendente:
    • le generalità del lavoratore (nome, cognome, data e luogo di nascita);
    • le propria fotografia;
    • l’indicazione del datore di lavoro;
    • la data di assunzione;
    • in caso di subappalto, l’autorizzazione.
  • per il lavoratore autonomo:
    • le generalità;
    • la fotografia;
    • l’indicazione del committente.

Sanzioni in caso di mancata esposizione della tessera

L’omessa indicazione dei dati previsti dalla legge comporta delle sanzioni sia per i datori di lavoro (o per i dirigenti) sia per tutto il personale che lavora nei cantieri e che ha l’obbligo di esporre la tessera.
Secondo il D.Lgs. n. 81/2008:

  • il datore di lavoro e il dirigente che non muniscono i dipendenti del tesserino di riconoscimento, sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria che va dai 100 ai 500€ per ogni lavoratore sprovvisto di tessera;
  • il lavoratore dipendente che non espone il tesserino in modo visibile durante l’orario di lavoro è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria dai 50 ai 300€;
  • il lavoratore autonomo che non ha provveduto alla predisposizione e all’esibizione della tessera di riconoscimento è punito con una sanzione che va dai 50 ai 300€.

 

Per acquistare la Tessera di Riconoscimento: clicca qui
Per conoscere tutti i Moduli Edili: clicca qui