Il Governo approva il DDL di Stabilità per il 2015

di Valter Selvi

Il Consiglio dei Ministri del 15 ottobre 2014 ha dato il via libera al disegno di legge di stabilità per il 2015, che ora passa all’esame del Parlamento.

Tra le misura di carattere fiscale contenute nel provvedimento si segnalano le seguenti:

  • conferma a regime del bonus degli 80 euro mensili in busta paga per dipendenti e pensionati;
  • deduzione del costo del lavoro dalla base imponibile Irap;
  • ridefinizione del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo di cui all’art. 3 del D.L. n. 145/2013;
  • proroga a tutto il 2015 delle aliquote “potenziate” delle detrazioni per interventi di ristrutturazione edilizia, di riqualificazione energetica e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici;
  • previsione di un nuovo (ed unico) regime fiscale agevolato per i contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni;
  • modifica della tassazione dei fondi pensione;
  • ennesima riproposizione delle agevolazioni per la rideterminazione del costo di acquisto di terreni e partecipazioni non quotate;
  • modifica delle disposizioni in tema di ravvedimento operoso e dichiarazioni integrative.