Cosa bisogna sapere sulla custodia dei valori in albergo

Il ruolo dell’albergatore e la custodia dei valori in albergo

custodia valori

I titolari e i gestori di alberghi, strutture ricettive, case di cura, stabilimenti balneari e pubblici spettacoli, hanno il compito di tutelare e  di custodire i valori e i beni degli ospiti della struttura.  Secondo quanto previsto dal Codice Civile (art.1783 e successivi), “gli albergatori sono responsabili di ogni deterioramento, distruzione o sottrazione delle cose portate dal cliente in albergo”.

La responsabilità della custodia dei valori

L’albergatore è responsabile:

  • di tutte le cose che si trovano nella struttura durante il periodo di soggiorno del cliente;
  • dei beni di cui l’albergatore, un membro della sua famiglia o un suo dipendente, si assume la responsabilità, dentro e fuori dall’albergo durante il soggiorno del cliente;
  • dei beni di cui l’albergatore si assume la responsabilità (dentro e fuori la struttura) per un periodo di tempo determinato, precedente o successivo al soggiorno del cliente nella struttura.

Si parla invece di responsabilità illimitata dell’albergatore:

  • quando i beni gli vengono consegnati personalmente in custodia;
  • nel caso in cui abbia rifiutato di prendere in custodia oggetti che, per legge, era obbligato ad accettare.

Rientrano in questa tipologia di beni: le carte-valori, il denaro in contante e tutti gli oggetti di valore (ad esempio i gioielli). Mentre l’albergatore ha la facoltà di rifiutare di prendere in custodia: oggetti pericolosi (ad esempio armi), ingombranti o di valore eccessivo (ossia al di sopra delle potenzialità di sicurezza della struttura).

Il titolare può richiedere che gli oggetti vengano inoltre consegnati in involucri sigillati. E non è responsabile:

  • dei veicoli, degli oggetti lasciati al loro interno e di animali vivi;
  • del deterioramento, della distruzione o della sottrazione dei beni per:
    • cause di forza maggiore;
    • problematiche relative alla natura stessa delle cose (ad es. beni deperibili);
    • colpa del cliente.

Nel caso in cui il cliente subisca un danno o un furto ha il compito di denunciare immediatamente l’accaduto per non perdere il diritto di risarcimento. La denuncia non è necessaria quando la colpa è attribuibile all’albergatore o a colui che ha preso in custodia il bene.