La sicurezza nei lavori di manutenzione del condominio

Cosa bisogna sapere sulla sicurezza nei lavori di manutenzione all’interno del condominio

condominio

Con il “Testo Unico sulla Sicurezza e sul Lavoro” (D.Lgs. 81/2008) l’amministratore di condominio viene equiparato, per obblighi e responsabilità, a un normale datore di lavoro (o committente), nel caso di lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria dell’immobile.

Il datore di lavoro, secondo la definizione all’art.2 del Decreto, “ha la responsabilità dell’organizzazione dell’unità produttiva esercitando poteri decisionali e di spesa.” L’amministratore ha l’obbligo pertanto di gestire la sicurezza nei lavori di manutenzione del condominio, scegliendo la ditta o il lavoratore individuale.

Le responsabilità dell’amministratore in materia di sicurezza nei lavori di manutenzione

L’amministratore, secondo quanto stabilito dai Titoli III e IV del Decreto, ha il compito di:

  • effettuare delle verifiche per valutare l’idoneità tecnico-professionale delle imprese o dei lavoratori individuali scelti per lo svolgimento dei lavoro;
  • mettere a disposizione le attrazzature idonee per la sicurezza e la salute delle persone;
  • richiedere, alle imprese esecutrici, la documentazione necessaria per riuscire a valutare la loro affidabilità (ad esempio: la dichiarazione dell’organico medio annuo, eventuali estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’INPS e all’INAIL, la dichiarazione relativa ai CCNL;
  • redigere il Documento per la valutazione dei rischi (DUVRI). Al cui interno vengono riportati gli eventuali rischi (quelli presenti nell’ambiente di lavoro, quelli derivanti dall’impiego delle attrezzature e quelli derivanti da interferenze con altre attrezzature in uso) e relative misure preventive;
  • compilare il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSI), contenente un piano dettagliato dell’organizzazione dei lavori.

I rischi, derivanti dai lavori di manutenzione, possono riguardare sia i lavoratori all’interno del cantiere sia gli stessi immobili, gli oggetti in essi contenuti, gli spazi in comune e soprattutto i condomini.

Pertanto, per evitare eventuali situazioni di pericolo l’amministratore deve:

  • effettuare controlli periodici relativi alla sicurezza dello stabile;
  • verificare l’installazione della segnaletica e della cartellonistica per la gestione delle emergenze;
  • controllare la presenza di presidi antincendio;
  • occuparsi della manutenzione degli ascensori e degli impianti elettrici.

 

Per maggiori approfondimenti e aggiornamenti:

  • Modulistica sul tema “condominio”: clicca
  • Testi sul tema “condominio”: clicca
  • Tutte le informazioni sul Ruolo dell’Amministratore: clicca