Come scegliere il giusto tablet e come proteggerlo da graffi e urti

Consigli su come scegliere un tablet

Il 2010 è stato l’anno della presentazione dei tablet da parte dalla Apple. Il mercato li aveva accolti con un successo inaspettato, superando tutte le previsioni. Per il Time l’iPad era “il gadget numero uno al mondo” mentre la Bernstein Research l’aveva definito come “il prodotto più acquistato nella storia dell’elettronica”.

A 3 anni di distanza i tablet sono tra i device più acquistati nel mondo (con una crescita prevista del +42,7% per il 2014 secondo le analisi della Gartner) grazie alla molteplicità di prodotti presenti sul mercato a prezzi differenti.

scegliere un tablet

Ma come scegliere il tablet giusto?

Non tutti i tablet sono uguali. La scelta dipende dalle esigenze e dall’uso che se ne farà.
Ecco alcuni dei principali criteri di scelta:

  • Sistema Operativo: è l’anima del dispositivo. I più famosi sono: IOS della Apple (noto per la sua semplicità d’uso), Android (presente su dispositivi di vari brand e a prezzi differenti) e Windows 8 della Microsoft;
  • Prezzo: per molti una delle principali discriminanti nella scelta. Sul mercato ci sono tablet di vari prezzi, ognuno con caratteristiche differenti. A elevate prestazioni corrisponde un prezzo più alto;
  • Definizione dello schermo: strettamente correlata al prezzo. Solitamente maggiore sarà la definizione dello schermo, più alto sarà il prezzo. Gli schermi di alta qualità non affaticano la vista e offrono immagini nitide e dettagliate;
  • Dimensioni del tablet: si va dai 7 pollici (dimensione comoda per un uso da viaggio) ai 10,1 pollici (particolarmente adatta per usi domestici o professionali);
  • Memoria: anche in questo caso dipende molto dalle esigenze. Se il tablet serve solo per navigare in rete va bene anche con una memoria minima, se invece viene usato come archivio per foto e video, allora è indispensabile una memoria molto più ampia;
  • 3G o Wifi: il 3G è una prerogativa fondamentale se si necessita di una connessione continua o si deve usare il tablet in mobilità.

Scegliere la giusta protezione per il tablet

Gli schermi dei tablet sono progettati per essere resistenti ai graffi anche se, l’effettiva resistenza del dispositivo, dipende sempre dalla cura che se ne ha e, anche da una buona dose di fortuna.
Le custodie per tablet consentono di proteggere il dispositivo da eventuali urti e graffi soprattutto nei casi in cui lo si utilizza in mobilità. In commercio ne esistono di diversi modelli, per qualsiasi tipo di formato e per tutte le esigenze.
Tra le più utilizzate: le custodie con cerniera o bottoni (solitamente imbottite per proteggere il dispositivo nel caso di trasporto), le booklet (a libretto, avvolgono il dispositivo e sono dotate di una patta frontale che può presentare al suo interno una tastiera) e le custodie a chiusura magnetica, comode nel caso di un utilizzo frequente. Sulla patta frontale sono presenti dei magneti che, all’apertura e alla chiusura della stessa, permettono l’accensione e lo spegnimento automatico del dispositivo (funzione on/off del display). La patta frontale si arrotola diventando un supporto perfetto per un comodo utilizzo del device.