I punti metallici: usi e tipologie

Breve guida su cosa sono i punti metallici e come si differenziano

Quando si ha l’esigenza di raggruppare più fogli insieme in modo da non perderli o averli in ordine si è soliti utilizzare la cucitrice, preferendola alle graffette. Il motivo è dato dalla possibilità di rilegare i fogli attraverso dei punti metallici che li raggruppano evitandone la dispersione.
Vista la loro praticità e semplicità d’uso, esistono diversi tipi di cucitrice e, di conseguenza, differenti tipi di punti metallici di dimensioni e spessori differenti, ognuno in grado di raggruppare varie quantità di fogli.

CUCITRICE BLOG

Tipi di cucitrice e punti metallici

La prima differenza da fare è tra cucitrici manuali ed elettriche.
Le prime si distinguono a loro volta in:

  • cucitrici a pinza: sono le cucitrici più conosciute e più utilizzate in quanto sono quelle più comuni da avere in casa e in ufficio. Hanno la caratteristica di essere maneggevoli e pratiche da usare infatti consentono di spillare in modo abbastanza rapido i fogli. La quantità di fogli che si possono spillare varia da 15 a 30 a seconda del tipo di punto che si utilizza. Per scegliere il punto più adatto alle proprie esigenze si deve sempre far riferimento al numero riportato sulla confezione denominato “PASSO”. Il passo è composto da 2 numeri, il primo indica la larghezza del punto mentre il secondo l’altezza (in mm), I punti sono tutti realizzati in metallo, si trovano sia nel colore base (silver) sia colorati. Per rimuovere correttamente i punti dai fogli spillati senza rovinare la carta si consiglia sempre di utilizzare un levapunti a pinza. Questo strumento grazie ad un piccolo beccuccio in acciaio posto sulla parte frontale sollevano il punto e lo rimuovono completamente;
  • cucitrici da tavolo: hanno la medesima funzione di quelle a pinza ma vengono consigliate per chi ne fa un uso frequente. Risultano infatti più stabili, permettono di pinzare senza sforzare il polso. Il plico viene infatti pinzato direttamente sul tavolo pigiando la leva superiore. Anche queste cucitrici arrivano a pinzare al massimo fino a 30-40 fogli;
  • cucitrici ad alti spessori: sono le cucitrici utilizzate per spillare un gran numero di fogli, robuste ed affidabili permettono di utilizzare diversi formati di punti a seconda del numero di fogli che si desidera rilegare;
  • cucitrici a braccio lungo: grazie alla lunghezza del braccio e la capacità di cucitura consentono di spillare al centro di un foglio per creare fascicoli sfogliabili. Con queste cucitrici si spillano in genere volumi da 50 a 200 fogli.

Le cucitrici elettriche invece consentono di spillare un gran numero di fogli unendoli in modo rapido e senza alcuno sforzo dell’individuo.

Come già detto a ogni cucitrice corrisponde un tipo di punto metallico.

Le caratteristiche principali degli stessi sono: la larghezza ( o passo) e l’altrezza. Maggiore saranno le dimensioni maggiore sarà la possibilità di raggruppare più fogli insieme. Per fare un esempio: la misura 24/6 indica un punto di larghezza 12 mm e altezza 6 mm.