Come scegliere il giusto album da disegno

L’album da disegno: tipologie di prodotti diversi e caratteristiche

La scelta degli album da disegno, sia che si parli di studenti che di professionisti, va fatta sulla base delle varie esigenze e soprattutto in base alla resa finale che si vuole avere.
Le principali variabili che ci consentono di distinguere un album dall’altro sono: il peso del singolo foglio e la sua consistenza. Sulla base dello spessore del foglio abbiamo diverse tipologie di prodotto: fogli lisci, ruvidi, da spolvero e molti altri.

album da disegno
Nello specifico abbiamo:

  • i fogli lisci: sono solitamente utilizzati per il disegno tecnico e di precisione oppure, nel caso del disegno artistico sono usati quando si desidera realizzare disegni dalle sfumature delicate e perfette, dove vi è bisogno di un foglio che dia continuità al gesto.
  •  i fogli ruvidi: sono molto adatti per il disegno artistico in quando per quello tecnico non darebbero una resa ottimale delle linee. La scelta di questi fogli  è dettata dalla necessità di avere tratti e sfumature più marcate e precise.
  • carta da spolvero: è un particolare tipo di carta usata nel disegno artistico che consente di riportare un disegno su varie superfici. Veniva utilizzata nel Rinascimento per riprodurre fedelmente e velocemente le grandi scene prima di dipingerle negli affreschi o opere  pittoriche. Per dare un’idea: il concetto di carta da spolvero si avvicina a quello della carta carbone.

Scegliere l’album da disegno in base al confezionamento e allo spessore del foglio

Un altro aspetto da considerare nella scelta dell’album è la tipologia scelta e il numero di fogli contenuti al suo interno.

Esistono album con i fogli collati o spitalati ad esempio, che consentono di disegnare su un foglio e poi voltare pagina senza il rischio di perdersi i lavori; vi sono degli album a fogli separati, in questo modo si può utilizzare il foglio che si desidera per poi riporlo nuovamente nell’album o in una cartellina differente. Così come esistono degli album già squadrati, solitamente utilizzati per il disegno tecnico nelle scuole.

Inoltre, mai sottovalutare gli usi che si faranno del proprio album da disegno, così come il tipo di colore o la matita che si userà. Sulla base delle varie esigenze si dovrà scegliere un foglio “più o meno spesso”. Lo spessore e la resistenza di un foglio ci consentono di stabilire quella che sarà la sua resa finale. Ad esempio nel caso di disegni ad acquerello è importante usare una carta più spessa e resistente visto che dovrà assorbire dell’acqua senza impregrarsi troppo e allo stesso tempo mantenere vivi i colori e non farli mescolare.